Audibel informa

Trattare la presbiacusia: i migliori apparecchi acustici per anziani

By 1 Ottobre 2020 Ottobre 20th, 2020 No Comments

Apparecchi-acustici-per-anziani

Uno dei disturbi più frequenti tra gli anziani è la presbiacusia, ovvero una forma particolare di ipoacusia legata all’età, i cui effetti sulla qualità della vita possono essere anche molto impattanti.

Trattare la presbiacusia è possibile, ricorrendo alle protesi acustiche: ausili fondamentali per riacquistare la capacità di sentire .
Ecco quindi una serie di consigli per destreggiarsi tra i modelli di apparecchi acustici in commercio, identificando i più adatti al trattamento dell’ipoacusia nell’anziano.

Scegliere l’apparecchio acustico, i dubbi e le domande più frequenti

Per una persona anziana può non essere facile scegliere l’apparecchio acustico. La varietà dei modelli disponibili può scatenare una serie di domande alle quali, senza un valido aiuto, è difficile rispondere.
“Quale apparecchio acustico risolverà il mio problema uditivo e al tempo stesso sarà semplice da usare?”, “Come identificare il prodotto più idoneo al mio stile di vita”?

La cosa più importante da fare è rivolgersi ad un audioprotesista, al quale mostrare il referto di diagnosi medica del calo uditivo e spiegare le proprie esigenze di ascolto.

Prima di recarsi in un centro specializzato nel trattamento dei disturbi uditivi è bene però farsi un’idea delle protesi acustiche in commercio.

Criteri di scelta per trattare la presbiacusia

L’apparecchio acustico deve permettere alla persona anziana che lo indossa di essere indipendente sotto ogni punto di vista.
Ecco quindi alcune caratteristiche fondamentali nella scelta di un modello adatto al trattamento della presbiacusia:
semplicità di utilizzo: l’apparecchio acustico deve essere facile da indossare, rimuovere e in qualsiasi operazione di manutenzione;
nitidezza del suono: il suono deve sempre essere chiaro e nitido;
durata della batteria: più l’apparecchio acustico ha una durata alta più la persona che lo indossa sarà autonoma durante la giornata, senza doversi preoccupare di cambiare le batterie o di mettere il dispositivo in carica.

Sulla base di questi criteri, vi mostriamo una selezione di apparecchi acustici indicati per il trattamento dell’ipoacusia nell’anziano.

Apparecchi acustici Via Edge AI: un collegamento costante tra anziano e caregiver

I nuovi apparecchi acustici digitali Via Edge AI sono facili da utilizzare ed indicati nel trattamento della presbiacusia in persone che vivono da sole e che necessitano di essere in collegamento con un familiare o caregiver.

Queste protesi acustiche, infatti, oltre a rispondere alle necessità di ascolto e ad essere pratiche nell’utilizzo, sono settate per connettersi ai dispositivi mobile di una serie di contatti stretti.
Via Edge AI rileva, e comunica ai contatti indicati, eventuali incidenti a carico di chi lo indossa.
Il presbiacusico è quindi monitorato nel corso della giornata e, in caso di incidenti, può ricevere un pronto intervento.

Apparecchi acustici ricaricabili: stop all’acquisto di batterie in negozio

La comodità degli apparecchi acustici ricaricabili per le persone anziane che soffrono di ipoacusia è legata alla possibilità di ricaricare le protesi direttamente a casa, senza doversi recare in negozio per acquistare nuove batterie.

Apparecchi acustici CIC o RIC: due soluzioni comode e facili da gestire

Sia gli apparecchi acustici CIC sia quelli con ricevitore completamente nel Canale (RIC) sono indicati nel trattamento della presbiacusia perché molto discreti e facili da utilizzare.
Scegliere un modello piuttosto che un altro dipende dal grado di ipoacusia del portatore: i dispositivi CIC sono specifici per il trattamento di sordità lieve o moderata, mentre i RIC sono indicati per chi soffre di ipoacusia da moderata a grave.
Inoltre, la tecnologia RIC è suggerita nel caso in cui l’anziano ipoacusico indossi la protesi auricolare per la prima volta.

Conclusioni

La scelta dell’apparecchio acustico per il trattamento della presbiacusia è un momento importante nella vita di qualsiasi persona anziana con un disturbo dell’udito.
Conoscere le possibilità di cura e sapere a chi rivolgersi per metterle in pratica sono elementi fondamentali per tutelare abitudini e qualità di vita.