Benessere e salute uditiva

Rimedi per eliminare l’acqua dalle orecchie

By 24 Febbraio 2020 No Comments
Rimedi per eliminare l'acqua nelle orecchie

A tutti è capitato almeno una volta nella vita di percepire la brutta sensazione che sia entrata acqua nelle orecchie, magari dopo una doccia e un bagno. Nella gran parte dei casi si tratta di una situazione che si risolve da sola nel giro di pochi minuti, tuttavia può capitare che l’acqua permanga nell’orecchio, causando infezioni che possono anche diventare molto dolorose. Vediamo in questo articolo come entra l’acqua nelle orecchie, quali conseguenze può avere sulla salute uditiva e come rimediare al problema.

Perché entra acqua nelle orecchie

Ogni volta che ci laviamo o che facciamo il bagno a mare, è normale che un po’ di acqua entri nelle nostre orecchie. Nella maggior parte dei casi però, questa poi fuoriesce da sola o si riassorbe da sé senza grandi problemi. Capita invece che l’acqua stagni nel condotto uditivo e non riesca ad uscire, rimanendo bloccata all’interno del timpano. Questa circostanza causa una spiacevole sensazione di orecchio tappato e di otturazione, che può perdurare per diversi giorni e provocare spiacevoli problemi all’udito.

Cosa può comportare avere acqua nelle orecchie

L’acqua può rimanere bloccata nel timpano per diverse ore, se non addirittura giorni, causando diversi problemi all’apparato uditivo Ecco quali sono i principali problemi che l’acqua provoca all’orecchio:

  • L’acqua ammorbidisce la pelle del condotto uditivo e agevola l’ingresso di agenti patogeni;
  • L’acqua provoca un senso di orecchio tappato, che riduce la capacità uditiva e può causare anche mal d’orecchio;
  • L’acqua altera la temperatura nell’orecchio, causando raffreddamenti;
  • L’acqua causa infiammazioni a carico dell’apparato uditivo, fino a vere e proprie otiti.

Come eliminare l’acqua nelle orecchie

Nella gran parte dei casi è sufficiente smuovere un po’ la testa verso il basso per lasciare uscire spontaneamente l’acqua dalle orecchie: basta piegare la testa dal lato dell’orecchio tappato e fare un po’ di pressione con la mano. L’acqua dovrebbe venir fuori senza grandi difficoltà. Qualora questo sistema non dovesse funzionare, significa che l’acqua è entrata in profondità e ha bisogno di altri rimedi per venire fuori. Vediamo quali sono i sistemi migliori per fare eliminare l’acqua nelle orecchie.

Asciugare con il phon

Questo è un rimedio molto efficace per asciugare le orecchie ai bambini, ma può risultare utile anche per rimuovere l’acqua dalle orecchie. L’importante è mettere il phon al minimo e indirizzare il calore dentro l’orecchio: in breve tempo la sensazione di orecchio ovattato dovrebbe sparire, perché l’acqua al suo interno viene asciugata velocemente.

Tamponare con un asciugamano

Tra i vari modi per pulire le orecchie, questo è sicuramente tra i più raccomandati, anche in caso di ristagno di acqua. La soluzione migliore è fare una punta arrotolando l’asciugamano, quindi inserirla delicatamente nell’orecchio, senza entrare troppo in profondità. In tal modo il cotone dovrebbe rimuovere l’acqua in eccesso e liberare l’orecchio dal fastidio.

Fare un impacco con acqua calda

Altro sistema efficace sfrutta il calore per aprire la tromba di Eustachio e favorire la fuoriuscita di acqua. Bisogna riempire una bacinella di acqua calda, quindi immergervi un panno di cotone sterilizzato, poi strizzarlo leggermente e posizionarlo sull’orecchio, proprio come si fa con gli impacchi.

Contattare un medico

Se, nonostante tutti i rimedi indicati, l’acqua continua a rimanere nell’orecchio e inizia a provocare dolore, mal di testa e prurito, è opportuno contattare un medico. A seguito di una visita, lui potrà decidere la cura migliore per rimuovere l’acqua nelle orecchie e valutare anche se è in caso di fare un test dell’udito per valutare anche eventuali conseguenze sulle capacità uditive.

Come evitare che l’acqua entri nelle orecchie

Per evitare che l’acqua penetri nell’orecchio, la soluzione migliore è indossare dei tappi idroprotettivi prima di fare il bagno in piscina o al mare. Questi possono essere disinfettati e usati più volte e sono consigliati soprattutto a coloro che sono predisposti all’accumulo di acqua nelle orecchie. Per questa categoria di persona vale anche la pena prevenire l’insorgenza di infezioni, utilizzando appositi spray o gocce auricolari, sempre sotto consiglio del medico.

Infine, è importante avere molta cura della pulizia delle orecchie, evitando metodi sbagliati (come l’uso dei cotton fioc), ma piuttosto pulendo delicatamente la parte e asciugando la parte, in caso di presenza di acqua.