Quando il rumore diventa eccessivo?

Viviamo in un mondo rumoroso, circondati da suoni forti. Sia che ti trovi nel traffico, in aereo, sulla poltrona del dentista o nel tuo bar preferito, stai esponendo il tuo sistema uditivo a livelli di rumore pericolosi. Ci siamo abituati a questi rumori, e spesso ci dimentichiamo che i suoni forti dell’ambiente circostante possono danneggiare in modo permanente il nostro udito.

La buona notizia è che la perdita di udito connessa al rumore si può evitare. Stabilire livelli adeguati di rumore, e capire a quali suoni ci si può esporre, può prevenire danni permanenti all’udito.

È difficile capire quali livelli sono sicuri e quanto a lungo puoi rimanerne esposto prima di fare danni al tuo sistema uditivo. Esiste una complicata formula per calcolare il rischio; la formula dimostra che il rischio di lesioni aumenta con il livello e la durata del suono. L’impostazione di livelli sicuri dipende da due fattori: quanto forte e quanto a lungo ascolti. In poche parole, molti professionisti credono che ascoltare suoni superiori a 85 dB, equivalenti al rumore nel traffico o in un ristorante rumoroso, può danneggiare il tuo udito.

Usare una protezione e abituarsi a un ascolto salutare è importante a tutte le età. Sia che tu protegga il tuo udito dai rumori sul luogo di lavoro, sia nel tempo libero, stabilisci livelli sonori adeguati e limita il tempo che passi in ambienti rumorosi. Ci sono tanti modi facili per proteggere il tuo udito, ad esempio usare tappi per le orecchie. La protezione può ridurre il rischio di esposizione al rumore. Può essere indossata durante le attività di tutti i giorni, ad esempio mentre vai in moto, falci il prato o sei a un concerto. Esistono anche cuffie isolanti che possono proteggerti nei luoghi rumorosi. Infine, gli auricolari usati dai musicisti possono proteggere i musicisti stessi, ma anche gli amanti della musica che vanno ai concerti.

Molti dispositivi per l’intrattenimento usati quotidianamente dai bambini possono essere troppo forti per l’udito. Circa il 13% dei teenager sperimentano una perdita di udito dovuta all’esposizione al rumore. L’audio surround, gli stereo in alta definizione e le cuffie immettono il suono nel canale uditivo, vicino al padiglione auricolare, aumentando l’intensità del suono e rendendo l’ascolto più difficile.

Un’altra regola generale è mantenere il volume dei lettori MP3 e degli iPod a volume medio-basso. I dispositivi elettronici non sono tenuti a segnalare i livelli di volume sicuri, di conseguenza i genitori dovrebbero provare gli auricolari dei loro figli per assicurarsi che il volume sia adeguato. I genitori possono anche scaricare l’applicazione per misurare i livelli del suono sullo smartphone o sull’iPad.

Usare le cuffie di tuo figlio insieme all’applicazione ti farà capire se tuo figlio ascolta la musica a un volume accettabile. Livelli adeguati devono essere stabiliti sia per i bambini che per gli adulti che usano dispositivi personali, vanno ai concerti, al cinema o suonano degli strumenti.

Al fine di aumentare la consapevolezza sulla perdita di udito causata dal rumore, la Starkey Hearing Foundation ha creato Listen Carefully, un servizio pubblico che mira ad aumentare la consapevolezza tramite la musica e l’istruzione. A oggi, la campagna ha supportato 16.000 insegnanti e 500.000 studenti in tutto il paese.

Un’eccessiva esposizione al rumore può portare a una perdita delle frequenze neurosensoriali alte. Spesso i primi sintomi del calo di udito dovuto al rumore sono la difficoltà a comprendere il discorso nelle situazioni rumorose, e l’acufene.

Se vuoi saperne di più sull’esposizione al rumore o se l’argomento ti preoccupa, fissa un appuntamento con un professionista dell’udito.