Benessere e salute uditiva

Prurito alle orecchie: cosa fare

By 4 Giugno 2020 No Comments
Prurito alle orecchie: rimedi e cause

Vi è mai capitato di sentire quella fastidiosa sensazione di prurito nelle orecchie? Può accadere sia nell’orecchio esterno che nell’orecchio medio, può prudere solo l’orecchio destro, solo l’orecchio sinistro o entrambi e l’unico rimedio che ci sembra possibile è quello di grattarci per trovare sollievo. Scopriremo in questo articolo che in realtà questa non è la soluzione migliore, che invece va trovata individuando le cause del prurito alle orecchie e quindi i rimedi più adatti.

Prurito alle orecchie: cause possibili

Il prurito nelle orecchie riguarda nella gran parte dei casi l’orecchio esterno e raramente l’orecchio medio e può derivare da una serie di cause, anche molto diverse tra loro. I principali motivi del prurito auricolare sono:

  • Punture di insetto, come zanzare e acari, che possono causare una piccola infiammazione con conseguente sensazione di prurito;
  • Dermatite allergica da contatto, una causa di prurito molto frequente e dovuta spesso al contatto con alcuni reagenti scatenanti, come il nichel contenuto in alcuni orecchini;
  • Dermatite atopica, molto frequente nei bambini, ma presente anche negli adulti, può provocare secchezza e arrossamenti della pelle,
  • Tappo di cerume, che ha tra i suoi sintomi proprio il prurito, oltre che la sensazione di avere le orecchie tappate.
  • Otite media, in cui il prurito è uno dei sintomi più lievi, perché associato a dolore, orecchie calde e gonfie, fuoriuscita di liquido e febbre.

Rimedi contro l’orecchio che prude

È evidente che una tale varietà di cause del prurito alle orecchie richiede tipologie di interventi differenti, a seconda del problema scatenante. Non esiste infatti un rimedio univoco che faccia passare il prurito, proprio perché questo è un sintomo e non una patologia. Nei casi più lievi, come la puntura di insetto, la sensazione di prurito svanisce da sola in un paio di giorni, ma non è sempre così: il tappo di cerume, la dermatite e soprattutto l’otite richiedono una terapia specifica che risolva il problema e, di conseguenza, elimini l’esigenza di grattarsi l’orecchio. In tutti questi casi sarà opportuno consultare un medico specialista, l’unico che potrà individuare la causa scatenante del prurito alle orecchie e indicare i farmaci più idonei. A maggior ragione se il fastidio riguarda l’orecchio medio, è sempre preferibile evitare il “fai da te”, che potrebbe portare delle conseguenze più gravi al condotto uditivo, ma rivolgersi sempre ad un medico adatto.

Prurito auricolare: le cose da NON fare

Quando l’orecchio prude, ci sono però delle cose da non fare assolutamente per evitare di peggiorare la situazione. Se il prurito riguarda l’orecchio medio, non bisogna mai inserire un cotton-fioc nel tentativo di trovare sollievo, perché potrebbe provocare un tappo di cerume e destabilizzare l’equilibrio dell’orecchio interno; anche l’atto di grattarsi andrebbe evitato, perché, per quanto possa sembrare riparatorio, in realtà con il tempo rischia di aggravare l’infiammazione e provocare delle lesioni che possono infettarsi. Cosa fare quindi se l’orecchio prude? Sul momento meglio non fare nulla, monitorare la situazione per qualche giorno e poi, se non dovesse migliorare, consultare un medico.