Benessere e salute uditiva

Gli effetti terapeutici delle cure termali sulla salute dell’udito

By 14 Aprile 2020 Settembre 28th, 2020 No Comments
Cure termali e udito: effetti terapeutici

La medicinale termale apporta numerosi benefici allo stato psico-fisico del nostro organismo. Forse non tutti sanno però che gli effetti terapeutici delle cure termali possono alleviare anche alcuni problemi di udito. Scopriamo dunque quale correlazione esiste tra terme e udito e come migliorare la propria condizione uditiva attraverso l’uso delle acque termali.

Problemi di udito curabili con le acque termali

È noto che le acque termali hanno la capacità di sciogliere i residui di catarro e muchi nell’apparato otorinolaringoiatrico, migliorando quindi sensibilmente la qualità dell’udito in tutte quelle situazioni in cui questa sia stata compromessa dall’ostruzione di liquidi nell’orecchio medio. Ci sono diversi problemi di udito legati a questi fattori, e che quindi possono essere agevolmente attenuati attraverso un ciclo di cure termali. Di seguito elenchiamo i principali:

  • Otite catarrale, ossia un’infiammazione della mucosa dell’orecchio medio, che ha tra le sue cause un uso errato dell’aria condizionata.
  • Orecchie tappate, un sintomo spesso causato da un ristagno di muco nelle vie respiratorie, che provoca un’alterazione della pressione nelle orecchie.
  • Sordità rinogena, condizione dovuta ad un’infiammazione delle vie aeree che provoca abbassamenti di udito, dolore e sensazione di ovattamento.
  • Ipoacusia neurosensoriale, specie se causata da infezioni e infiammazioni a carico di altri apparati.

Quali terapie termali per curare le orecchie

Si può accedere alle cure termali per curare i problemi di udito solo sotto prescrizione medica: dopo un’accurata visita ed un eventuale esame audiometrico, lo specialista potrà individuare la corretta terapia da effettuare, che può eventualmente includere anche la medicina termale. Ma come funzionano le cure termali per le orecchie? Le uniche acque termali adatte per alleviare il calo di udito sono le acque sulfuree, Queste vengono inalate attraverso insufflazioni, che permettono di liberare il canale respiratorio e quindi risolvere o prevenire l’insorgenza di infiammazioni a carico dell’orecchio. Affinché queste terapie sulfuree siano efficaci, è necessario replicarle in vari cicli per diversi anni, così da stabilizzare i risultati ottenuti. Ancora meglio sarebbe effettuare dei cicli di cure termali in via del tutto preventiva, da parte di tutte quelle categorie a rischio di abbassamento o perdita di udito, causate da infiammazioni a carico dell’apparato respiratorio.

Quando le cure termali non sono adatte

Purtroppo, le terapie a base di acqua sulfurea non possono risolvere tutte le tipologie di problemi di udito: ci sono situazioni che richiedono necessariamente altre metodologie di intervento. Pensiamo ad esempio alla ipoacusia congenita, ossia quella che si manifesta sin dalla nascita del bambino e che può avere sia cause ereditarie che legate a complicazioni durante la gravidanza. Oppure in caso di ipoacusia dovuta all’avanzare dell’età o all’uso di farmaci ototossici: in tutte queste situazioni è necessario rivolgersi ad un audioprotesista, che saprà indicarvi il miglior apparecchio acustico per le vostre esigenze.